"La batteria"

Oggi la batteria della mia macchina si è scaricata; di colpo ,
senza un motivo apparente senza preavviso .
Prima custodiva l'energia, dava vita ad un piccolo miracolo di tecnica,
pulsava e bruciava di un sacro fuoco, poi ,un attimo dopo, niente...
tutto fermo, tutto morto, freddo.
E senza di lei si è spento un angolo di mondo fatto di lucette,
di giri del motore,di cavalli vapore,cavalli fiscali,
che scivolava agile lungo le strade : si è fermato tutto!!
La mia giornata è piombata nella confusione più completa ,
nel disordine prevedibile dell'imprevisto.
Lamberto l'ha semplicemente sostituita: via, tolta ;
sono arrivato dopo un pò ed era lì, in un angolo, piccola ,minuta ma fredda ...
l'ho guardata così inerte e per un attimo ho pensato a quanti strada da fare,
quante salite da superare...
Mi sono accorto di sorridere ; ho chiuso il cofano , e via....

"Ho pensato..."

Oggi ho pensato che ci sono molte cose sbagliate in quello che vedo ;
ho pensato anche che ci sono parecchie cose sbagliate in quello che faccio ,
però non riuscivo a vedere bene perchè ...
Le cose mi passavano davanti troppo velocemente; così mi sono seduto
un attimo sui gradini di una scala, cinque minuti; ho aspettato che rallentasse
tutto ,poi , quando tutto ha cominciato a muoversi lentamente e nella
mia testa e' sparito anche l' ultimo pensiero, ho sentito silenzio.
C'era un bel vuoto, pero' c'era un ronzio e sentivo uno strano calore;
ho ascoltato un attimo ed ho capito che stavo pensando...
...oggi e' stata una buona giornata...

 

Ciao ragazzi ; tanto per fare capire cosa ci puo' stare in questo contenitore
di sogni,di contraddizioni , di paure , di riflessioni ho buttato messe li'
queste due cosette che mi sono passate per la testa un poco di tempo fa'.
Alcuni di voi forse se le ricorderanno ,visto che le ho buttate di la'
tramite il sindaco ; di per se' non sono niente di importante ma sono l'esempio
che se ci si lascia andare e ci si racconta un po' magari dopo si puo'
stare anche bene e soprattutto , mia vecchia fissa, ci si abitua a non avere
pudore nei confronti delle proprie emozioni ......

@mauro

 

torna all'idice